Articoli

Sabato Sport, Bassilichi: “Sporteams semplifica il lavoro ai segretari delle asd e aiuta le famiglie a gestire meglio il proprio tempo”.

Primo appuntamento su Sabato Sport, seguitissimo appuntamento di Lady Radio. Ha parlato Luca Bassilichi, ideatore di Sporteams.

Questo un passaggio in cui racconta della nascita della start-up. “Sporteams? Abbiamo iniziato dal Belmonte” ha dichiarato l’imprenditore. “Ci siamo resi conto che servisse uno strumento che da un lato potesse gestire i risultati e dall’altro che potesse aprire le asd ai genitori e viceversa” .

“Finora il segretario riceveva le informazioni sotto varie forme (fax, cartaceo, mail), ora invece insieme alla federazione, che ringraziamo, abbiamo installato il software che permette di organizzare tutte le gare, di conoscere data esatta e campo dove si gioca. Il segretario risolve questo problema ma anche le famiglie sanno con esattezza dove giocare e quando. Possono di conseguenza gestire meglio il proprio tempo ha proseguito Bassilichi.

Luca Bassilichi ha approfondito a OK! Mugello come Sporteams sia un progetto che coniuga sport, digitale, economia del territorio.

“Ugualmente per il certificato medico che viene digitalizzato attraverso la nostra app. Sporteams permette inoltre di conoscere se il campo è in sintetico o meno e dunque di regolarsi. Parliamo anche dei pagamenti. Sporteams grazie alle notifiche push ricorda le scadenze ai genitori e in questo modo fa recuperare risorse alle asd. Oggi basta un click e tutti possono organizzare meglio il tempo”.

C’è stato tempo anche per ricordare le società sportive che hanno scelto la app di Sporteams. Dal già citato Belmonte, dove tutto è cominciato, fino al Pisa Calcio, alla Scuola Calcio Vada, all’Academy Porcari, allo Sporting Arno.

Sabato Sport va in onda ogni sabato dalle 15:00 alle 17:30 e, grazie al lavoro di una squadra di professionisti, è diventato un appuntamento oramai imprescindibile per chi segue lo sport dilettantistico e giovanile.

Sempre a Sabato Sport Luca Bassilichi ha parlato anche di privacy.

Sonia Martini, start-up consulente

start-up, sonia martini: “queste aziende hanno bisogno di uno specialista per orientarsi nella normativa. Sporteams…”

Sonia Martini, avvocato, specializzata in consulenza per aziende ha parlato dei problemi delle start-up a Sporteams. Sonia opera in un settore particolare, quello della contrattualistica, nel quale prende dimestichezza fin dall’apprendistato. Queste le sue riflessioni.

Come fa un’azienda giovane a orientarsi nella normativa? “Per orientarsi in una normativa c’è senz’altro la necessità di avvalersi di consulenti specializzati. A maggior ragione se si parla di aziende giovani e con poca esperienza di impresa. Del resto le start-up sono, in ogni caso, costituite con forma societaria e quindi è fondamentale conoscere le disposizioni che le regolano. Se poi invece i gestori della compagine hanno molta esperienza in ambito aziendale, come nel caso di Luca Bassilichi (per approfondire), è tutto molto più semplice perchè le dinamiche e le logice di impresa gli sono già ben note. Luca? L’ho conosciuto solo al momento della costituzione della start-up e mi è subito sembrato un imprenditore molto esperto e una persona molto in gamba”.

Una panoramica del settore delle start-up? “Le start-up innovative sono una grande opportunità che può addirittura influenzare la crescita economica del Paese. Infatti nuove attività, vuol dire creazione di posti di lavoro e di reddito; per questo l’Italia ha predisposto una serie di agevolazioni giuridiche e fiscali finalizzate alla creazione delle nuove società”.

Quindi serve uno specialista? “Con una consulenza specifica che parte da quando il potenziale imprenditore ha l’idea, l’opportunità può essere colta. Dico questo perché molto spesso non è come con Sporteams: di solito quando si tratta di start-up (per approfondire) innovative ci si trova a parlare di impresa con persone che non hanno esperienza in questo settore e che, probabilmente, fino a quel momento sono state impegnate in attività di altro tipo oppure sono giovani che per districarsi in questa materia hanno bisogno dei consigli di un esperto. Del resto la nuova società, dopo la sua costituzione, deve iniziare ad operare e deve lanciarsi in un mercato in cui anche gli investitori sono esperti del settore e cercano di tutelare il più possibile il loro capitale; proprio per questo aver predisposto uno statuto in maniera “personalizzata”, aver fatto scelte societarie giuridicamente corrette e aver creato, se necessario, una contrattualistica adeguata, può fare la differenza”.

Dopo la costituzione cosa offrite loro? “Dopo essere stata creata la start-up può andare incontro a diversi tipi di necessità. Si va, come in ogni altra società, dalle problematiche societarie, alle necessità contrattuali ai recuperi credito e così via. Se poi l’impresa decide di raccogliere fondi con l’equity crowfunding oppure, ad esempio di fare operazioni su proprie quote l’intervento di un consulente preparato diviene veramente indispensabile”.

Di Sporteams cosa ti ha colpito? “Sporteams è una start up che può senz’altro avere successo perché la compagine sociale è dinamica ed esperta e perchè il progetto è facilmente scalabile. Inoltre è stata costituita con atto pubblico e lo statuto redatto contiene accorgimenti che la rendono senz’altro appetibile al popolo degli investitori…. ma non è solo questo. Per fare impresa in Italia oggi ci vuole veramente tanto cuore e tantissimo coraggio,  e queste doti Sporteams le ha tutte”.

App, start-up Italia

A StartupItalia Open Summit, evento dedicato al mondo dell’innovazione, svoltosi il 12 giugno a Firenze presso la stazione Leopolda ha partecipato anche Sporteams, giovane start-up (per approfondire) nata sul territorio di Bagno a Ripoli. L’azienda ha sviluppato una app dedicata alle associazioni sportive dilettantistiche (per approfondire). Questo permette loro di connettere i tesserati, tecnici e genitori alla società attraverso un canale unico di comunicazione, di far sì che la società stessa divenga un punto di riferimento per la comunità, di profilare tutti gli utenti.

StartupItalia è stato un palcoscenico importante per un’azienda pronta, dopo essersi radicata principalmente in Toscana e dopo aver raccolto le adesioni di società come Cattolica Virtus, Floria 2000, Belmonte, Pietrasanta, Pisa e altre, ad espandersi su tutto il territorio nazionale.

Da quando è nata Sporteams ha costruito un rapporto di collaborazione fattiva con la Lega Nazionale Dilettanti per lo sviluppo della piattaforma dedicata alla programmazione gare che in poco tempo ha coinvolto anche AIA Toscana per l’invio dei referti arbitrali.

L’ideatore Luca Bassilichi dichiara: <<Ringrazio gli organizzatori di StartupItalia e Confartigianato Firenze per averci scelto tra le start-up più innovative del territorio. Si tratta di un riconoscimento importante per il nostro lavoro e uno stimolo a proseguire il nostro percorso. Abbiamo inserito aggiornamenti significativi all’app per quanto riguarda veste grafica e user experience. Dopo i successi ottenuti quest’anno, siamo pronti a promuovere il nostro software a livello nazionale>>.

Social Football Summit - WeGil Roma (SporTeams)

15 Startup partecipanti. Le migliori in tutta Italia nel mondo dell’innovazione tecnologica e digitale del calcio. Tra queste anche SporTeams ha preso parte alla prima edizione della startup competition ReSoccer, andata in scena Giovedì 22 Novembre al WeGil di Roma a margine della prima edizione del Social Football Summit, l’evento italiano dedicato al Social Media Marketing nella Football Industry.

Dalle riprese intelligenti di HiGoal per la ricostruzione automatica degli highlights fino all’app Tipho per lo sharing di abbonamenti e biglietti secondari o Sofan, un Airbnb che permette a chiunque di condividere il proprio salotto per godersi insieme la partita alla tv.

Insomma, il top del top. Alla fine ad aggiudicarsi il premio finale di 6000 euro e 6 settimane di formazione a Londra presso il TechItalia Lab. London è stata Wallabies, una startup di data science e data analytics, la quale annovera già società come Juventus, Milan, Fiorentina e Bologna tra le sue clienti. Tanto per far capire il livello della competizione.

Tra algoritmi evoluti, intelligenza artificiale (AI) e prodotti tecnologici rivolti al calcio professionistico, SporTeams si è distinta per il suo progetto sociale indirizzato al settore dilettantistico che comprende digitalizzazione, consulenza e diffusione di buone pratiche all’interno del mondo sportivo.

Un grande risultato in così poco tempo. Pronti…via! Dopo poco tempo dalla sua nascita, SporTeams è stata selezionata tra le migliori startup innovative per la prima edizione della startup competition ReSoccer, organizzata dall’ Associazione 3040, in collaborazione con Regione Lazio e Lazio Innova.

Un riconoscimento che abbiamo intenzione di onorare con l’impegno e il solito entusiasmo che ci hanno distinti in questi primi mesi. Continuando a lavorare per il mondo dello sport e delle ASD con una visione olistica ed etica del nostro progetto SporTeams.