Management dello sport, un salto di qualità per ripartire

Mentre molte società sportive si trovano a fare i conti con le visite di ladri, si pensa a come sostenere il settore. In tal senso per la nuova stagione occorrerà puntare sul digitale ma anche sul management dello sport. Questa la nota diffusa da Sporteams.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Mentre molte società sportive si trovano a fare i conti con le visite di ladri, si pensa a come sostenere il settore. In tal senso per la nuova stagione occorrerà puntare sul digitale ma anche sul management dello sport. Questa la nota diffusa da Sporteams.

Firenze 11 aprile 2020Ora più che prima lo sport dilettantistico è chiamato ad un salto in avanti. La ripartenza sarà difficile ma si deve fare tutto il possibile per tutelare questo settore: non possiamo permetterci di perdere presidi sociali preziosi come questi. Nel frattempo diverse società toscane hanno subito danni e furti: è il caso dell’ASD Litorale Pisano, dello Sporting Arno a Scandicci, della Laurenziana a Firenze.

Fa piacere leggere le dichiarazioni di Eugenio Giani, presidente del consiglio regionale, che prospetta una sospensione dei mutui per tutto il 2020 e che rimarca l’importanza dello sport come fattore di stabilizzazione sociale ed economica.

Proprio per valorizzare questi aspetti dello sport dilettantistico è nata la app Sporteams che semplifica la gestione delle società sportive portandole ad una gestione più manageriale. L’idea Sporteams trova spazio anche nel libro “Calcio e Business” di Luca Luisi. Luisi, laureato in economia aziendale e specializzato nel management dello sport, dedica da sempre grande attenzione allo sport dilettantistico e ha trovato in Sporteams una App innovativa.

Sporteams è una “app ingegnosa che aiuta a comunicare dentro una società sportiva”

In un passaggio si legge: “Grazie a questa ingegnosa app si possono comunicare impegni sportivi, modificare luogo e orario per il ritrovo della gara, controllare lo stato del certificato medico, verificare stato pagamenti interni ed esterni all’organizzazione sportiva, comunicare ogni evento sportivo a tutti i fruitori del servizio, seguaci dell’organizzazione sportiva”.

Luisi è anche responsabile del settore giovanile del Fenegrò calcio. Per ripartire infatti, oltre al digitale servirà valorizzare competenze manageriali applicate allo sport di base. Un modo per offrire opportunità lavorative ai tanti giovani che amano questo mondo.

Registrati alla nostra Newsletter

Resta aggiornato e impara dai migliori

Il tuo indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per inviarti la nostra newsletter e informazioni sulle attività di SPORTEAMS. Puoi sempre utilizzare il link per annullare l’iscrizione incluso nella newsletter.

Altri articoli dal nostro blog

Redazione

Questionario online: a che punto è la digitalizzazione?

Un questionario online dedicato alle società sportive dilettantistiche per capire quale è stato l’impatto del digitale e come questo possa servire per ripartire dopo il Coronavirus. A che punto è la digitalizzazione nello sport di base? Come ottimizzare le pratiche di gestione delle società sportive? Quali migliorie occorrono per venire incontro alle esigenze di dirigenti,

Leggi tutto »

Vuoi dire la tua sui temi dello sport dilettantistico e giovanile?

Raccontaci le tue idee, le tue esperienze o il tuo progetto e ti aiuteremo a diffonderli attraverso il nostro blog!

Torna su