Dalle asd: la testimonianza di Stella Spinelli del Signa.

Sporteams vuole rendere merito a tutte quelle persone che operano nelle asd. Alcune di queste società stanno inoltre facendo uno sforzo importante per aprirsi al digitale. Stella Spinelli, segretaria del Signa, è stata intervistata da Sporteams.

Il Signa conta in totale 300 tesserati.

Interventi previsti sulle strutture? “Attualmente di manutenzione grossa no. C’è stato un investimento sul sintetico alcuni anni fa. Stiamo valutando una copertura sul campo di calcio a 5”.

L’impatto di Sporteams sulla società sportiva? “Ancora siamo in fase embrionale. Entreremo a pieno regime a gennaio. Ho trascinato tutti in questa scelta. Prima di conoscere Sporteams avevo già provato un gestionale. Poi con il corso alla LND ho visto che Sporteams era imparagonabile, era ciò che avrei pensato io. Si vede che è studiata da persone che vivono nel settore del calcio dilettantistico e non calata dall’alto”.

Le società sportive sono punto di riferimento per le comunità umane. “In alcune zone forse sì. Noi siamo una realtà più piccola: funziona l’oratorio. Sicuramente la società sportiva svolge un ruolo sociale e culturale. Sarebbe bello che le società riuscissero a fare iniziative coinvolgendo tutto ciò che ruota intorno al calcio. Anche per questo serve la tecnologia”.

Opinione condivisa anche dal presidente della Floria.

Valore che volete trasmettere ai ragazzi. “L’amore per lo sport. L’amore per il calcio. Condivisione, rispetto e inclusione. Rispetto di sé stessi, del compagno di squadra e degli avversari. Saper andare anche al passo del più lento, significa capire che le priorità sono le relazioni umane e non solo un punteggio. Verrà anche il risultato ma l’importante è lo sport in sé”.

Il nostro presidente ha legami con la Fiorentina. “Andrea Ballerini è un esponente della Curva Fiesole. Non so se ci sono stati ulteriori avvicinamenti ma c’è disponibilità totale. Come settore giovanile siamo giovani e quindi abbiamo puntato prima a fare le basi. Cominiciamo adesso ad essere più appetibili”.